Once Upon a Time

Nel progetto artistico Once Upon a Time la realtà  entra in simbiosi con il fantasy e si popola di creature meccaniche leggendarie e fantastiche, contaminate da elementi steampunk ed ispirate ai racconti di Jules Verne e al cinema di Méliès. I soggetti rappresentati nelle opere, decorati e personalizzati minuziosamente con piccoli elementi grafici ripetuti come un mandala, sono impreziositi da ricami di seta colorata secondo un’ antica tradizione familiare reinterpretata in chiave contemporanea.
La scelta, inoltre, di antichizzare le foto accentua l’atmosfera steampunk conferendo alle opere un effetto fiabesco ed una spiccata connotazione onirica. 

"Kraken Attack": 60x100; stampa hd su tela fotografica; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta. 

"La Dance de seduction": 65x100; stampa hd su tela fotografica; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta.

"La Sirène": 60x100; stampa hd su tela fotografica; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta.

"La casa a vapore"; 60x80;stampa su tela fotografica; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta. (collezione privata)

"Cirque de Melies"; 48x70;stampa su tela fotografica; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta. 

"Topsy Turvy"; 48x70; stampa su tela fotografica; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta.  

"Vulcano 1950"; 48x70; stampa su tela fotografica; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta. 
(collezione privata )

"Aeolian Freeport": 40x80; stampa su tela fotografica; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta. (collezione privata)

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Ritorno a Magonia

L'arte del ricamo è molto di più che una semplice  attività  femminile, è una sorta di scrittura: l'ago è una penna che utilizza fili colorati come inchiostro e i ricami che appaiono sulla tela sono frasi da leggere, storie di donne che vogliono raccontare e raccontarsi.

"Ritorno a Magonia" è un progetto artistico le cui fonti risalgono ad un' epoca storica segnata dal gusto per la scoperta; la sete di avventura e conoscenza fu la molla che spinse l' arciduca Luigi Salvatore d' Austria a visitare le Eolie alla fine dell' Ottocento e a ritrarle con più di duecento incisioni nell' opera "Le isole Lipari". Magonia è un'isola leggendaria che fluttua nel cielo abitata da una civiltà  che vive in armonia con la tecnologia e la natura.

Nel progetto ho ricamato alcuni dei disegni dell' Arciduca popolandoli di macchine volanti fantastiche ispirate ai racconti di Jules Verne e agli studi sul volo di fine ottocento. 
Le magiche macchine volanti invitano l'osservatore ad abbandonare il suolo per intraprendere un mirabolante viaggio tra le nuvole, nei regni dell' onirico e del fantastico. In "Ritorno a Magonia" un importante ruolo viene giocato dal telaio e dall' arcolaio che qui non sono solo antichi utensili legati al mondo della tessitura e del ricamo ma veri e propri strumenti rituali. La forma circolare del telaio racchiude uno spazio sacro all'interno del quale i fili lavorati dall' arcolaio scrivono un nuovo racconto. 

30 cm; carta; disegno a china; ricamo a mano con filo di seta; telaio. 
( opere acquisite dalla Biblioteca Comunale di San Matteo degli Armeni di Perugia )


  

Le sette isole

(Collezione privata)

Viaggio fantastico alle Isole Eolie


I contenuti di Vimeo non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Vimeo. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Maqroll

Maqroll per Federico Sirianni  
Maqroll, marinaio creato dalla penna dello scrittore Alvaro Mutis, è il titolo dell’ultimo album del cantautore Federico Sirianni al quale è ispirata l’ultima opera dell’artista eoliana Ambra Mirabito, un dipinto ad olio 50×100, cui il cantante ha mostrato pubblico apprezzamento.
 Nell’album ritroviamo l’intrecciarsi di citazioni ed omaggi ai grandi della canzone italiana come De André (il cui eco è particolarmente forte), Guccini o De Gregori, ma anche ad autori ed opere letterarie. Quindi vi si affacciano sacro e profano, suoni familiari e distanti. 


Facile vedere il viaggio come metafora di vita, più difficile viverlo come un navigare su un vecchio battello, a vista ma con cognizione, guardando “oltre”. È questa la condizione in cui si snoda il viaggio artistico dei nostri autori. Come vedette di vissuti battelli attraversiamo il mondo e viceversa, poi qualche volta arriviamo a destinazione (quando c’è), ma non per forza e mai per sempre. 

Nasce così un incontro tra l’arte pittorica dell’eclettica Ambra Mirabito con il cantautore genovese, due artisti “di mare” potremmo appellarli, come marinai con rotte diverse, divisi dalle acque ma curiosi dell’orizzonte, che si incontrano casualmente in un porto sconosciuto per raccontarsi nuove avventure e magari crearne di nuove, scambiandole e confondendole alla deriva.

Wunderkammer

Carta; disegno a china; ricamo con filo di seta; 10x15 cm.

Creature marine

Le mie creature del mare sono delle vere e proprie sculture di stoffa fatte interamente a mano.
La collezione, realizzata in lino e imbottita con cotone anallergico, comprende svariati soggetti: il polpo, il cavalluccio marino, la balena, il granchio, la manta, la seppia, il capodoglio, il delfino.. 
Le misure variano da 50 x 80 cm a 40 x 120 cm.